IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

Riflessioni sulla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

di Giuseppe Magaldi. Era il 1981 (anno internazionale delle persone disabili) quando veniva istituita la giornata internazionale delle persone con disabilità.La Commissione Europea dal 1993 ha reso il 3 dicembre anche la Giornata Europea delle Persone con Disabilità in accordo con l’ONU.

“L’Assemblea delle Nazioni Unite ha approvato la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità nel dicembre 2006. Attraverso i suoi 50 articoli, la Convenzione indica la strada che gli Stati del mondo devono percorrere per garantire i diritti di uguaglianza e di inclusione sociale di tutti i cittadini con disabilità. Il 24 febbraio 2009: il Parlamento italiano ratifica la Convenzione, che diventa legge dello Stato. E il 23 dicembre 2010: l’Unione europea ratifica la Convenzione.
Secondo quanto riportato dalla “Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità”, il fine da perseguire dovrebbe essere quello di proteggere ed assicurare il godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità senza discriminazioni di alcun tipo, promuovendo la loro effettiva partecipazione ed inclusione all’interno della società….”(da www.italiaccessibile.it)

Ebbene eccoci qui, quante parole, quante promesse, ma i passi da gigante di cui si fregiano spesso i politici italiani e di conseguenza europei, non si apprezzano, almeno da parte dei disabili; al contrario ci si scontra ogni giorno con i disagi più disparati, sotto gli sguardi ora apprensivi ora pietosi di chi è abile… L’attenzione spesso la categoria la guadagna quando al tg scorre la notizia che il sapiente lavoro della Guardia di Finanza ha sgominato l’ennesimo falso invalido… ma perché si pensa (solo allora) subito a chi è disabile? Quando la faccenda dei falsi invalidi nasce cresce e muore tra personaggi tutti sani che nulla hanno a che vedere con chi è un disabile genuino.
In questo giorno sembra tutti siano attenti e misericordiosi verso chi ha subito l’avarizia di madre natura o la mano sinistra della dea bendata, attenti con la pancia piena e con uno stipendio da politico mentre le previdenze per i disabili senza accompagnamento (fatta eccezione degli ipovedenti) si agirano intorno ai € 300,00 mensili. Ebbene si! È anche una questione economica e non si tratta di avidità o di amore per il vile denaro, ma di sopravvivenza negata, e della ennesima discriminazione tra chi si è dato dei privilegi faraonici per essere a servizio della comunità e tra alcuni membri di essa… contraddizione lampante….
In questi pochi giorni che ci separano dal Santo Natale, spero che chi ha tra le mani le sorti dei popoli, prenda coscienza che la condizione di disabilità, nessuno la ha cercata ma suo malgrado subita, e spesso in una frazione di secondo ci si trova inaspettatamente dall’altra parte della barricata e solo allora, si realizza ciò che poco prima nemmeno sfiorava la mentre: “cosa darei per tornare indietro”.
Augurando ai politici su citati un sereno Natale e un prosperoso 2018 ricordo che siamo tutti sotto lo stesso cielo….
Ps: Non grattate i gioielli di famiglia, o toccate ferro, gli scongiuri non servono il Natale quando arriva arriva…
Con affetto Giuseppe Magaldi


Nessun commento, Commenta o Pinga

NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “Riflessioni sulla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità”:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||