IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

Ischia Ponte non ha più il suo albero natalizio

La giornata di tempesta della domenica scorsa ha strappato dal piazzale Aragonese l’albero di Natale. Alla furia del vento e delle onde hanno resistito i delfini che ornano il pontile di attracco

di Ennio Anastasio. Una domenica, quella scorsa, veramente infernale nella quale le onde e la forza del vento hanno fatto capire in pochi minuti che era in atto una distruzione senza limiti. La furia della natura non ha dato scampo ed Ischia ponte, ha dimostrato tutta la sua fragilità ai marosi che penetravano dal piazzale aragonese sin dentro le abitazioni ed i locali commerciali. Si è cercato di proteggere quel che si poteva, ma il mare è stato più forte e soprattutto spietato. L’albero di Natale, posto al centro del piazzale, è andato via tra la spuma delle onde che risucchiavano di tutto, forse anche quel po’ di allegria e clima natalizio che si avverte per le strade adornate per le festività. Questo evento, del mare in tempesta che trascina via tra i flutti un albero ben addobbato da fiocchi e da luci, dall’antico borgo di Celsa, dovrebbe farci riflettere un pò tutti: amministrazione e cittadini. Il piazzale aragonese dove viene posizionato da anni questo prezioso simbolo natalizio, non è il più adatto, perché comunque, sono soldi pubblici che, in seguito a tali eventi invernali (prevedibili?!!) vanno letteralmente a “finire a mare” con tutte le conseguenze di ciò che scaturisce nell’ambiente dal materiale di costruzione. E così, mentre si varano, anche sull’isola, ordinanze giuste per eliminare (finalmente) bicchieri e utensili di plastica dall’uso comune, ci troviamo con un albero e i suoi addobbi in mezzo al mare, che sarà quasi impossibile recuperare. È bello vedere nel periodo natalizio un albero addobbato con luci scintillanti nell’ampio piazzale di Ischia ponte, chi non lo vuole? fa scena, richiama il Natale, emoziona, ma proprio per questo occorre avere più accortezza e senso logistico e magari, da oggi, smettere di incrociare soltanto le dita, sperando che una tempesta di mare non arrivi nei venti giorni festivi a flagellare il piazzale ed il pontile. Probabilmente un luogo più protetto potrebbe identificarsi nella zona dello scivolo delle barche, ma nel lato più interno, a ridosso del noto bar "da Cocò" dove, ovviamente, l’effetto scenico risulterebbe un po’ smorzato ma probabilmente più duraturo. Ed in ogni caso, sono valutabili tante altre proposte.
Chissà, forse, al di fuori di tante inutili chiacchiere e logomachie, nomignoli e scarsi, anzi inesistenti contenuti, si può sperare che arrivino delle idee sane per le quali non occorre essere degli eroi ma soltanto cittadini che non amano rincarare la dose, quando non occorre. Forse, il miglior antidoto, è quello di non limitarsi a pensare, che, tutto sommato, quel danno, un albero natalizio strappato dalla forza del mare, che niente augura di buono, non è successo in casa propria e quindi dispiace, si, ma ci si passa sopra, tanto sono soltanto soldi pubblici.


Nessun commento, Commenta o Pinga

NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “Ischia Ponte non ha più il suo albero natalizio”:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||