IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

Harambè per il comune unico dell’isola d’Ischia

di Giuseppe Mazzella* 180 partecipanti all’assemblea per l’Associazione per il Comune Unico dell’isola d’Ischia oggi al Polifunzionale di Ischia Città per il rinnovo del consiglio direttivo per il triennio 2018-2021 e dopo TRE mesi di ampia diffusione della nuova “missione” dell’ACUII alla luce dello stato della politica nel Consiglio Regionale della Campania, nei sei Consigli Comunali dei sei Comuni dell’isola, nel Parlamento della Repubblica e soprattutto alla luce della tragedia del terremoto di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio del 21 agosto 2017. Questo “scenario” IMPONE ai “sognatori dell’isola di Utopia” che da 18 anni portano avanti la considerazione assiomatica che Ischia ha bisogno di una Unità Politica alla luce della sua particolarietà naturale e del suo sviluppo economico e sociale, un REALISMO POLITICO d’azione che li conduce sulla strada di una Coesione Economica e Sociale dell’isola oltre lo spezzettamento in sei Comuni. Oltre alla dichiarazioni di principio o di propaganda l’ACUII si impegnerà sulle Azioni Concrete di Solidarietà e di Coesione: un UNICO Piano Regolatore Generale dell’isola d’Ischia che oggi si chiama “Piano Urbanistico Intercomunale”, una unica Politica Scolastica che significa che il sistema scolastico deve essere distribuito negli interessi dei 64mila abitanti nei territori accessibili ed a mitigazione sismica prendendo atto che CASAMICCIOLA NON HA PIU’ SEDI PER LA SCUOLA DELL’OBBLIGO; una Unità “geologica” perchè questa è l’isola di Alfred Rittmann ed almeno 20Km2 dei 46 sono a rischio sismico dallo VIII allo XI grado della scala MCS; una Unità Sociale perchè abbiamo 3mila imprese e 9mila lavoratori stagionali eternamente ” precari” che debbono sopravvivere in un momento di crisi economica e sociale. Sfide ed impegni CONCRETI che il nuovo Consiglio Direttivo dovrà assumere in prima persona naturalmente con la passione e l’entusiasmo dei vecchi e nuovi soci e con nuove forme di partecipazione “attiva” che saranno proposte nei prossimi giorni. “Harambè” era il motto del presidente indipendentista del Kenia, Jomo Keniatta, che significa in quella lingua africana: “Avanti Insieme!”.
*direttore dell’agenzia stampa “Il Continente”


Nessun commento, Commenta o Pinga

NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “Harambè per il comune unico dell’isola d’Ischia”:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||