IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

ICN dalla parte del procuratore Aldo De Chiara

Abbattimenti: una battaglia annunciata, tanto impopolare quanto giusta e necessaria .
Il procuratore Aldo De Chiara, intervenuto lo scorso anno ad un convegno Rotariano ad Ischia, aveva espresso chiaramente le linee di pensiero che oggi formano la corrente di pensiero giuridica, ideologica ed istituzionale sulla quale si basa la Procura di Napoli in tema di abbattimenti.

Ad ascoltarle oggi, più che mai le parole del procuratore appaiono illuminanti e coerenti con le successive azioni di abbattimento dei fabbricati abusivi imposte dalla magistratura partenopea.

La linea politica della nostra web TV, pur comprendendo il disperato disagio che vivono le famiglie che si vedono costrette a distruggere quanto costruito illegalmente è, e sarà sempre, per il rispetto della legalità. Noi di ICN, siamo tra i pochi ad Ischia, a sostenere – senza se e senza ma – la linea ferma intrapresa dal giudice De Chiara.

A nostro avviso appare assai pericoloso, incivile e ipocrita l’atteggiamento di molti nostri colleghi e, soprattutto, della quasi totalità dei personaggi politici locali coinvolti in questa vicenda; sembra che ad Ischia parlare di legalità e, nel nostro caso, di abbattere quanto edificato in spregio a tutte le leggi, sia questo “il crimine”! Non è così, non può essere sostenuta questa tesi, deve essere vinto questo spirito! ICN è dalla parte della Procura napoletana.

Il direttore di ICN

Riccardo Sepe Visconti


8 Commenti, Commenta o fai un Ping

  1. NUNZIO - Data: 26/2/2010 21:27:20 - IP: 79.55.137.xxx

    E’ GIUSTO COSI’- la mentalità ischitana, che tutto nell’isola si può fare, tanto qui non succede mai niente, è stata e sarà sempre sbagliata.
    Questo popolo si deve rendere conto che l’isola di Ischia fa parte dello Stato Italiano dove le leggi devono essere rispettate e far rispettare come in ogni parte d’ ITALIA.-

    Current score: 0
  2. Gianni - Data: 26/2/2010 22:09:52 - IP: 79.43.151.xxx

    Purchè non faccia il forte coi deboli ed il debole con i forti!

    Current score: 0
  3. Imma - Data: 27/2/2010 00:02:48 - IP: 93.145.28.xxx

    Riccardo pensa a te! Nun è cosa toia!
    Francamente, ti dico che come giornalista ti trovo incostante e volubile!
    Comunque viva la magistratura!

    Current score: 0
  4. Riccardo Sepe Visconti - Data: 27/2/2010 08:25:46 - IP: 79.29.17.xxx

    Imma, due richeste: se conosci il mio lavoro, in quale passo mi trovi incostante o volubile? Cosa vuol dire pensa a te, non è casa tua?… Mi sembrerebbe il tipico atteggiamento omertoso sul quale tutte le “mafie” del mondo hanno sempre fondato il loro potere.

    Current score: 0
  5. adelaide battista - Data: 27/2/2010 09:40:07 - IP: 151.56.85.xxx

    NUNZIO – 2-26-2010 –

    E’ GIUSTO COSI’- la mentalità ischitana, che tutto nell’isola si può fare, tanto qui non succede mai niente, è stata e sarà sempre sbagliata.
    Questo popolo si deve rendere conto che l’isola di Ischia fa parte dello Stato Italiano dove le leggi devono essere rispettate e far rispettare come in ogni parte d’ ITALIA.-

    quoto!

    Current score: 0
  6. Gianni - Data: 27/2/2010 10:42:57 - IP: 84.133.6.xxx

    Finalmente qualcuno che parla chiaro e non illude le persone, come altri “Capi della rivolta” che illudono e creano solo inutile “burdello” strillando slogan pessimi, per raccogliere qualche voto e sentirsi utili 5 settimane vitae. O direttori Junoir di piccoli tabloid che pensano di diventare famosi emulando le gesta di padri famosi, ma sbagliando tutto, amici del re Nettuno e altri Pantaloni politici.

    Current score: 0
  7. P.Trani - Data: 27/2/2010 14:23:43 - IP: 87.21.145.xxx

    La maggior parte di quelli che vivono ad Ischia e che si scalgiano contro l’abusivismo, ferocemente, o è perchè vivono in affitto o magari la casa abusiva se la sono venduta. Sono pochi quelli che, su quest’isola, possono vantarsi di avere la coscienza pulita e che non sono vittima dell’invidia per coloro che si sono costruiti la casa con estremi sacrifici. Le dico anche di essere contro l’abusivismo selvaggio, ma fino ad oggi sciaguratamente sono andate giù solo le case dei poveri disgraziati.
    Francamente, signor Sepe, le dico che i giornalisti isolani che ammiro di più sono: Giuseppe Mazzella, non mi riferisco a Mizar ma allo storico corrispondente dell’Ansa fino al 2006; Peppe D’Ambra, mio conterraneo, protagonista di grandi battaglie e il fiero “Gatto” perchè è uno dei pochi dotato di un lessico perfetto. Di tutti e tre non sempre condivido ciò che scrivono, ma sicuramente devo riconoscerne un pregio: la coerenza per le loro idee. Invece, Le sue idee, a livello politico, mi sembrano ondivaghe. Lei pare propenso a difendere i forti. Una volta su Ischia City lodava i sindaci salvo scaricarli sul web, dopo che sono andati in declino presso l’opinione pubblica. Mi sbaglio? Io credo di no poi ognuno la pensa come vuole.

    Current score: 0
  8. Riccardo Sepe Visconti - Data: 27/2/2010 16:39:13 - IP: 79.29.17.xxx

    Buonasera Paolo, rispondo alla parte finale del tuo intervento poiché non avrebbe senso concordare od opporsi con i giudizi da te espressi su altri colleghi; Ischiacity è un magazine che non fa politica: fin dalla sua prima pubblicazione si diede come regola quella di rivolgersi esclusivamente a quanto di bello accadeva nell’isola; è con questo spirito che Ischiacity ha sempre affrontato gli argomenti trattati, comprese le interviste con i primi cittadini. Cercavamo, in quella sede, di vedere e raccontare solo le cose positive. Era (e resterà per il futuro di questa testata) quella la nostra linea editoriale. Ma con I BRAVI MAESTRI, foglio esclusivamente politico, le cose sono impostate in modo (quasi) diametralmente opposto: si affrontano i problemi, le ipocrisie, i pasticci amministrativi, etc… Se mi consente, non c’è alcuna incoerenza in tutto ciò poiché si tratta di due prodotti giornalistici con finalità e linee editoriali assai diverse tra loro. Se, per esempio, la stessa società fosse proprietaria delle testate TOPOLINO, GENTE, IL CORRIERE DELLO SPORT, L’ESPRESSO e IL RESTO DEL CARLINO nessuno mai penserebbe che detta società debba dare il medesimo taglio alle proprie testate, ci si aspetterebbe leggerezza per i fumetti, pruriginosità per il gossip, fervore per lo sport, fredda i impavida determinazione per le inchieste e obiettività per le notizie. Si immagini che pasticcio accadrebbe se si mescolassero tra le suddette testate i relativi caratteri!… Quindi, egregio signor Paolo Trani, non si stupisca di ravvisare un cambio di registro nel mio modo di “pesare dissimilmente” gli argomenti, i fatti ed i personaggi in base al mezzo con il quale mi esprimo. Tuttavia le voglio confessarle che, dopo un anno di direzione de I BRAVI MAESTRI, e ad un paio di mesi dal ritorno di Ischiacity in edicola (le ricordo che per oltre un anno Ischiacity è rimasto fermo), mi risulterà certamente più difficile trattare con leggerezza certi temi che sul versante della politica locale ho trattato con gravità: le assicuro che mi impegnerò a non compromettere la mia coerenza e la mia onestà intellettuale – che sono quanto di meglio ho da offrire ai miei lettori – pur mantenendo fermo il netto distinguo tra le due testate e le reciproche finalità. Cordialità. RSV

    Current score: 0
NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “ICN dalla parte del procuratore Aldo De Chiara”:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||