IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

Gennaro Savio, monito agli amministratori: “Uscite dal Municipio, confrontatevi con i cittadini e risolvete i problemi che attanagliano Ischia!”

Ufficio stampa del P.C.I.M-L. | “Uscite da queste stanze, uscite dal palazzo municipale e confrontatevi con i problemi della gente”. Con questo appello rivolto agli amministratori comunali, Gennaro Savio ha concluso l’intervento tenuto giovedì sera nel corso del Consiglio comunale di Ischia.Dopo aver ringraziato  pubblicamente il Presidente del Consiglio, Ottorino Mattera e il Sindaco Enzo Ferrandino per avergli concesso la possibilità di prendere la parola in veste di dirigente del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, Savio ha elencato alcune delle problematiche sociali sollevate dal suo Partito in questi ultimi mesi e le relative proposte avanzate. Per quanto riguarda il disastro ambientale creato nel parcheggio della Siena, Gennaro ha sottolineato che oltre ai privati, i massimi responsabili di quello scempio sono i precedenti amministratori comunali, di cui gli attuali ne sono la naturale continuità,  che a suo tempo diedero il permesso a costruire e quindi a stravolgere l’intera area situata all’ingresso di Ischia Ponte che attualmente vede al centro del cantiere un enorme lago il cui contenuto viene continuamente pompato a mare sottoforma di “cascata”. Nel chiedere il ripristino dello stato dei luoghi, il Dirigente del PCIM-L ha chiesto giustizia per quanto subito, in termini di immagine turistica  e di disagio per la cittadinanza a causa della mancanza del parcheggio che purtroppo continua a protrarsi. Per quando concerne la scellerata scelta di privatizzazione dei parchi pubblici avviata dall’Amministrazione Ferrandino, al grido di “mettete giù le mani dalle pinete”, Savio ha chiesto che le pinete continuino ad essere pubbliche e gestite direttamente dal comune creando con trasparenza nuova occupazione e aree attrezzate completamente gratuite per i fruitori. Per i lavori a piazza degli Eroi, invece, ha sottolineare che quella piazza va solo abbellita e che non devono essere ristrette le carreggiate in quanto si andrebbe a restringere l’unico snodo viario presente al centro del paese. E questo potrebbe avere ulteriori ripercussioni negative sul traffico cittadino. Savio poi, oltre a denunciare i costi elevatissimi delle famigerate strisce blu che rappresentano un vero e proprio “ladrocinio” di Stato legalizzato, e dopo aver sottolineato  l’abbandono sociale generalizzato del nostro territorio, ha chiesto, così come il P.C.I.M.L. fa da oltre sette mesi, che la segnaletica agli ingressi delle ZTL venga resa finalmente più chiara, abbassando la posizione troppo alta dei tabelloni, modificando le scritte di “varco attivo” e “varco non attivo”, con quelle più esplicite di “varco aperto” e “varco chiuso” e azionando i semafori che già ci sono. “Le multe – ha detto Gennaro rivolto ai consiglieri comunali – sono anche molto alte e proprio non vedo quale problema abbiate nel non voler rendere più chiara quella segnaletica. Mi farebbe molto piacere che tra i consiglieri di maggioranza e di minoranza ci fosse univocità di opinione  in merito a questa nostra proposta e alla necessità di rendere immediatamente chiara la segnaletica ai varchi delle ZTL. E’ una scelta, questa, che difende gli interessi dei nostri concittadini e chi amministra ha il dovere di difendere sempre gli interessi dei suoi amministrati”. Oltre al buio pesto che per 100 metri caratterizza via nuova Cartaromana a causa della mancanza 5 pali di cui ha chiesto l’immediata ricollocazione, l’esponente del P.C.I.M-L. ha affermato che mentre in via Antonio De Luca si continua a negare il diritto al parcheggio con inenarrabili disagi che questo comporta per i residenti, l’intero quartiere di Casalauro è totalmente abbandonato e l’amministrazione al suo interno è presente quotidianamente solo per elevare multe. “Bisogna trovare una soluzione a questo problema – ha concluso sull’argomento -, tracciando i posti auto lungo la strada, e questo è possibile perché si tratta di una strada a vicolo cieco e frequentata solo da chi vi abita, o realizzando un parcheggio”. Infine Savio oltre a ribadire la necessità urgente di creare una difesa all’abitato presente a ridosso della spiaggia dei pescatori visto che durante le mareggiate il mare ormai giunge sino dentro le case, e l’urgenza della messa in sicurezza di via Acquedotto allo Spalatriello, ha riformulato la richiesta del P.C.I.M-L. di collocare in via Antonio Sogliuzzo una targa in ricordo della piccola Marianna Di Meglio, proprio nel punto in cui fu investita.
“L’augurio – ha dichiarato Gennaro Savio al termine del Consiglio comunale -, è che ora le nostre proposte vengano vagliate ed accettate. Diversamente, assieme a tantissime altre problematiche che attanagliano il nostro paese, continueranno ad essere oggetto di battaglie politiche e sociali da parte del P.C.I.M-L. sino a quando, finalmente, non saranno prese in considerazione e risolte. E questo perché vanno in un’unica e lodevole direzione. Quella della difesa degli interessi collettivi del popolo di Ischia. L’aver assistito alla seduta di ieri sera – ha continuato Savio -, mi ha dato ulteriore conferma che purtroppo in Consiglio comunale manca un‘opposizione politica all’attuale maggioranza che con grande modestia diciamo avrebbero potuto rappresentarla solo gli esponenti del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista guidato dal Segretario generale Domenico Savio. Infatti, possiamo ben dire che politicamente e culturalmente parlando, la composizione dell’intero Consiglio comunale rappresenta un’unica maggioranza e che l’unica forza di opposizione politica e sociale nel paese, seppur assente nei banchi del Civico consesso, sia il PCIM-L. Ad un certo punto del mio intervento, il Consigliere Giovanni Sorrentino nel voler sottolineare l’importanza democratica di averci dato la possibilità di intervenire ha esclamato: ‘In quarantaquattro anni di presenza in Consiglio comunale non era mai successo che a qualcuno fosse data la possibilità di parlare dalla postazione del sindaco’. Io nel ringraziare ancora una volta l’intero Consiglio per averci accordato questa possibilità, ho affermato che per fortuna abbiamo una visione della democrazia diametralmente opposta alla loro che quando ci sono da assumere importanti scelte amministrative si chiudono ermeticamente nelle stanze del potere e che se fossimo noi comunisti ad amministrare il paese, lo faremmo col coinvolgimento totale e quotidiano della cittadinanza, anche attraverso l’istituzione, in ogni quartiere, dei cosiddetti Consigli dei cittadini ai cui rappresentanti, di volta in volta, si darebbe anche la possibilità di intervenire nel Civico consesso. Questa – ha concluso Gennaro Savio – vorrebbe dire esercitare democrazia diretta e partecipativa”.


Nessun commento, Commenta o Pinga

NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “Gennaro Savio, monito agli amministratori: “Uscite dal Municipio, confrontatevi con i cittadini e risolvete i problemi che attanagliano Ischia!””:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||