IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

Ischia Wind Art 2016: programma e protagonisti della seconda edizione

“Da millenni, l’uomo semina la terra per nutrire il corpo… è giunto il tempo di seminare il cielo per nutrire la mente”

Con queste parole, l’artista del vento e poeta Philippe Cottenceau, segna un punto fermo nella storia della Wind-Art, tracciando un limite invalicabile fra la materia e lo spirito. Ero ancora un ragazzo quando, per la prima volta, misi piede sull’isola di Ischia; era il 1968 e, pur avendo già un’intensa attività come pittore, non potevo ancora immaginare un’Arte che vola e tanto meno le future disquisizioni del poeta. Tuttavia, l’isola mi apparve subito nella sua magnificenza, proprio come frutto di un equilibrio straordinario fra l’aspra concretezza delle sue rocce e la tenera spiritualità della sua natura flegrea. Assolutamente vitale, quel prezioso compromesso si rifletteva nella calda luce mediterranea, come nel carattere della gente, producendo un’immagine complessiva così magica e intrigante che mi promisi di tornare. Da allora, ci sono tornato più volte, scoprendone i luoghi nascosti e stringendo amicizie inossidabili. Affinità elettive o semplici capricci del destino, l’isola appaga ancor oggi la sete di luce e di vento di quel viaggiatore (allora al suo primo svolazzo fuori dal nido materno) e ricambia l’affetto, accogliendo il frutto di un’idea, che rincorrevo da anni.
Claudio Capelli
Artevento

Ischia Wind Art – Programma 2016

Venerdì 30 Settembre
dalle 12:00 Conferenza stampa con presentazione del programma dell’evento

Sabato 1 ottobre

– dalle 11:00 Incontro dei rappresentanti delle città del vino Campano, al Parco Olympus di Maronti, gemellaggio con la città di Taurasi
– dalle 13:30 alle 16:00 The free flight, gli aquiloni di tutto il mondo volano insieme
– dalle 16:30 alle 17:30 “Porta il tuo aquilone e fallo volare”, possibilità per tutti gli appassionati, professionisti e non, di destreggiarsi nell’arte del vento con i propri aquiloni in volo libero
– dalle 17:30 alle 21:30 Esibizione folkloristica in piazzetta con canti e balli tipici della tradizione a cura dei gruppi folk “Scuola del Folklore di Barano” e ”Tammurrarè con tammurriate di Taurasi”

Degustazione di prodotti tipici e con passeggiata tra gli stand di un caratteristico mercatino, allestito in “Piazzetta Maronti”, dove saranno presenti produttori di Vino DOC dell’isola d’Ischia e della gemellata Taurasi.

Domenica 2 ottobre
dalle 10:00 Esibizione collettiva degli artisti del vento
dalle 15:00 alle 17:30 “Porta il tuo aquilone e fallo volare”, possibilità per tutti gli appassionati, professionisti e non, di destreggiarsi nell’arte del vento

Claudio Capelli ITALIA
Nato a Cesena il 20 Marzo del 1950, a 5 anni è avviato (dal padre liutaio) allo studio del violoncello, ma egli è attratto soprattutto dalle Arti figurative, attività per le quali manifesta doti istintive fin da bambino. Artista naturale e poliedrico, egli rivela il suo talento di pittore e scultore, allestendo oltre 70 mostre in Italia e all’estero. l’incontro occasionale con alcuni aquilonisti, durante un viaggio a New York nel 1978, risveglia in lui l’antica passione per gli aquiloni e segna la svolta che cambierà per sempre la sua vita. Nel 1981 egli crea e organizza a Cervia il 1° Festival Internazionale dell’Aquilone, evento che oggi premia la Città di Cervia col titolo di “Capitale Mondiale dell’Aquilone”.

Gérard Clement FRANCIA
Indiscusso “Artista del Vento”, fondatore e presidente della Fédération Française de Cerf-volant, vice-presidente dell’International Kite Federation, organizzatore dell’International Kite Festival di Berck-sur-Mer (fin dal lontano 1986) e organizzatore del “World Sport Kite”, Gérard Clement ama definirsi professionalmente un “agente contaminatore di passione per gli aquiloni”. Collezionista e profondo conoscitore dell’aquilone, nelle diverse culture del Pianeta, ha scritto e pubblicato 5 libri condensandone i temi fondamentali. Dal libano, al Kuwait, all’India, alla Malesia, alla Thailandia, all’Indonesia, alla Cina, al Giappone, alla Corea, fino all’Australia, alle Americhe e all’Europa stessa, le sue partecipazioni ai grandi festival, sono innumerevoli, così come gli importanti premi ricevuti.

Michel Goddard INGHILTERRA
“L’aquilone, simbolo di Pace e libertà, è la visualizzazione di un movimento aggraziato rispondente a equilibri straordinari fra forze di gravità e forze ascensionali, ma è anche un supporto perfetto per una grafica accattivante”. Michel Goddard inizia la sua carriera artistica nel 1960, completando gli studi accademici, pur continuando le sue ricerche sull’Arte multi-disciplinare, ed esponendo con successo in gallerie d’arte di londra, Manchester e Amsterdam. Nel 1980, sperimentando nuove combinazioni fra forma, colore, equilibrio e aerodinamica, egli approda finalmente nel mondo degli aquiloni, creando la sua prima opera volante. Artista raffinato e versatile, Michael Goddard cerca le sue fonti d’ispirazione viaggiando e prendendo appunti scrupolosamente sui suoi taccuini.

Luca Piattoni ITALIA
Escluso qualche raro “purosangue”, il panorama italiano dell’aquilone è costituito essenzialmente da volonterosi “copisti”, capaci di riprodurre fedelmente qualsiasi modello, ma poco attratti dall’idea di percorrere nuove strade (a dispetto della fama di “creativi” che ci contraddistingue da sempre). Fra le poche eccezioni, oggi presenti soprattutto nel settore giovanile, il ventiquattrenne Luca Piattoni rappresenta la punta di diamante di un “riscatto” che non tarderà ad arrivare e ad affrancarsi ovunque. Aquilonista e costruttore dal 2005, egli esordisce come “pilota acrobatico” nel 2006, partecipando annualmente (con ottimi risultati) al campionato italiano STACK, ma la sua passione si esprime soprattutto attraverso lo studio di nuove forme e colori da consegnare al cielo.

Jan e Jolanda Van Leeuwen OLANDA
Lambita dal vento in ogni sua stagione, l’Olanda merita l’appellattivo di “Terra degli aquiloni” più d’ogni altro Paese al mondo e I coniugi Jan e Jolanda Van Leeuwen ne sono l’esempio più simpatico e calzante. Infatti, se è vero che oggi essi progettano e realizzano insieme le loro creazioni, Jan e Jolanda si occupano di aquiloni da sempre; da quando cioè, ancora bambini, costruivano e affidavano al vento le loro semplici losanghe, l’uno all’insaputa dell’altro. Ambitissimi e sempre presenti ai grandi festival di tutto il mondo, oggi “I Van leeuwen” raccontano la loro favola, portando ovunque una ventata di nostalgia; malinconico sogno di un “mondo antico”, fatto di enormi scarpette da ginnastica e giganteschi soldatini di piombo. “cellulari” o come lo stesso “cuore” che gli ha procurato tanta fama persino al Festival cinese di Weifang.

Rolf Zimmermann GERMANIA
Se il suo primo approccio al “mondo degli aquiloni” avviene quasi per caso (nell’estate del 1992), giocando con un aquilone acrobatico, acquistato per combattere la noia di una piovosa vacanza in Danimarca, ciò che in seguito ha saputo progettare e creare con le sue mani Rolf Zimmermann, ha veramente dell’incredibile. Infatti, dopo un primo momento, in cui crea essenzialmente aquiloni acrobatici, egli passa ai “monofilo”, prediligendo il genere “soft” (privi di steccatura) e realizzando una serie di giganteschi aquiloni ispirati al regno animale; aragoste, stelle marine, ippocampi, scorpioni e così via, fino alla più recente serie dei draghi, che lo hanno fatto conoscere in tutto il mondo e allo stesso Elliott, “il drago invisibile” realizzato per conto della Disney per lanciare il film.
locandina-ischia-wind-art


Nessun commento, Commenta o Pinga

NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “Ischia Wind Art 2016: programma e protagonisti della seconda edizione”:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||