IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

Relazione semestrale della DIA: ai raggi X i business della criminalità in Campania

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno” (cit. Madre Teresa di Calcutta)

Sia pur con un qualche giorno di ritardo rispetto al solito è uscita la relazione della Direzione Investigativa Antimafia relativa al semestre gennaio-giugno dell’anno appena trascorso. Molto bello il ricordo iniziale di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino dei quali nel 2017, appunto, è trascorso il venticinquennale della morte. “Martiri di mafia” grazie al cui sacrificio, però, l’azione di contrasto alla criminalità organizzata non solo è diventata sistematica, ma soprattutto metodica. E di questo metodo fa parte anche l’azione conoscitiva che la DIA porta avanti con la “Relazione Semestrale”. Una fotografia puntuale della pervasività di ‘ndrangheta, mafia, camorra e criminalità straniera nel tessuto politico, sociale ed economico della penisola.
Ciò premesso, veniamo più nel dettaglio alle vicende che riguardano il nostro territorio. Cominciamo dalle buone notizie: dell’isola d’Ischia, presente nella relazione del primo semestre 2016, non è fatta menzione. In quella circostanza, ricorderete, il monito era a una maggiore attenzione alle gare d’appalto, da sempre terreno fertile per interessi criminali che si muovono con disinvoltura nell’ambito dei lavori pubblici. Il fatto che a un anno di distanza tale avvertimento non sia stato ripetuto costituisce indubbiamente una buona notizia, anche se non è il caso di crogiolarsi più di tanto. Come si può leggere nell’analisi dedicata ai clan campani (pag. 111-149) la camorra, rispetto ad altri sodalizi criminali, mostra una maggiore propensione ad autorigenerarsi. Capacità che vale sia per la camorra “pulviscolare” del centro storico che per quella più “strutturata” della provincia. Insomma, gli arresti e i sequestri di beni non riescono ad arginare il fenomeno e questo dimostra, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che la repressione da sola non basta. Occorre appunto anche un lavoro culturale a cui devono concorrere tutti: famiglie, scuola, forze di polizia e mondo dell’informazione. Con questo spirito, il nostro modesto contributo divulgativo. Buona lettura.

Relazione del Ministro dell’Interno al Parlamento Attività svolta e risultati conseguiti dalla Direzione Investigativa Antimafia


Nessun commento, Commenta o Pinga

NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “Relazione semestrale della DIA: ai raggi X i business della criminalità in Campania”:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||