IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

La nostra Ischia continua a dire la sua!

di Gaetano Di Meglio La notte tra il 31 luglio ed il primo agosto di cinque anni fa la passai a litigare gli “eps” e con i “pdf” da mandare a Napoli. Bisognava stampare col Roma, Il Golfo cambiava passo. Fu una notte dura, fatti di rabbia e di ignoranza, ma come sempre: una gran bella notte, proprio come questa che è appena passata, cinque anni dopo.

Chiuso con Il Golfo per i motivi che vedremo, oggi, dopo cinque anni, si riparte daccapo, di nuovo, ancora una volta. Lo slogan non cambia: “Ischia continua a dire la sua!”: oggi sul web, domani ancora una volta sulla carta stampata e poi sulla televisione non c’è nessun problema.
TgIschia.it è nato in due giorni e poco più, con tanto background, con tanta passione e con la voglia di continuare a dare voce ad Ischia. L’amica Luisa Pilato si chiedeva che fine faranno i senza voce. Per ora hanno il web. Ma solo per ora!

Sono andato via da Il Golfo, il giornale che ho fondato insieme a Domenico Di Meglio (nonostante le miserie dei soliti idropenisaturi ischitani che pensano sia arrivato il 24 marzo) perché dopo lo scorso 23 marzo 2009 i “repressi da sempre” potevano /dovevano cominciare a dire la loro. Personaggi in cerca d’autore che, nonostante gli anni, vivevano di luce riflessa e che con la morte di Domenico s’erano illusi di poter iniziare ad illuminare senza sapere che erano sempre stati completamente spenti e vuoti. Personaggi che hanno dimostrato quanto valevano: poco. Personaggi che rivendicano ruoli e nomine di cui ignorano il significato.

Me ne sono andato dal “MIO” (in tutti i sensi) Golfo dopo che, per più volte, la direzione bocchiniana napoletana (sempre ben pungolata dagli perfidi amici ischitani) ha cominciato a dire cosa e come scrivere. Chi conosce la storia del Golfo non può non ricordare la vicenda degli Anali che nacque proprio perché i bocchini ani volevano dire questo e questo. Allora, però, il contratto era stato appena firmato…

Nei mesi scorsi, col contratto che si avvicinava alla scandenza, i “soci” di Domenico (Antonio Pinto, Paolo Mosè e Giovanni Sasso), che chiameremo “gli amici”, sono riusciti, con i loro mezzucci, a creare il clima ideale: uno evitava la redazione forse per paura di prendere qualche malattia, l’altro teneva sempre pronta la parolina ad arte per rompere l’equilibrio e per destabilizzare gli altri, l’altro ancora, invece, diceva ai quattro venti “io non ci sto più…” e aggiungeva “…perché in redazione non fanno come dico io”. Domenico è morto 16 mesi fa e loro potevano/dovevano cominciare a contare…

E col contratto in scadenza, in una trasferta napoletana, “gli amici” si sono preoccupati di stringere alleanza col direttore bocchiniano napoletano al grido “Gaetano mette a rischio la redazione”, “Gaetano sta facendo morire il progetto”… tanto che, dopo la loro partenza, lo stesso bocchiniano mi ha detto “O ti stai attento o te ne vai”. Ho tenuto duro quasi fino alla fine, poi me ne sono andato.

Sinceramente credo che l’essere andato via dal Golfo sia la cosa più sensata che abbia potuto fare. “Fai un giornale che non si vende. Non trattare la politica, non attaccare nessuno, fai solo un po’ di cronaca”: questa è la richiesta che il direttore bocchinaio mi ha fatto dopo che il “collega” (avete visto le virgolette) Enrico Buono gli scrisse di aver dato mandato al suo legale di querelarmi.

E sulla base di questa richiesta “Fai un giornale che non si vende. Non trattare la politica, non attaccare nessuno, fai solo un po’ di cronaca”, il loro “Golfo” va avanti.

Il Golfo rappresenta un modo di fare informazione, se non lo puoi fare è inutile chiamarti Golfo…
Ma basta… oggi nasce Tgischia.it!
TgIschia.it è il mio blog. Un posto dove posso fare l’informazione che mi piace e che ho dimostrato di saper fare, senza nessuno che mi venga a dire “questo si, questo no”.

Cos’è TgIschia.it “TgIschia.it” nasce da un idea condivisa con Ciro Piro e Luciano Castaldi lo scorso inverno, volevamo creare un piccolo “tgcom”… Oggi, è parte di un progetto editoriale più largo. Per ora è un blog di informazione, tra 15 giorni potrà essere la versione on line di un settimanale e di un mensile… lo scopriremo insieme.

TgIschia.it è chiuso ai motori di ricerca. Come più volte ho scritto in passato, penso che diffondere la “nostra” informazione non faccia bene alla nostra isola, anche se credo che la nostra isola ha bisogno di una voce forte, incazzata e presente come quella firmata prima Domenico e poi Gaetano. Per questo motivo, ho chiuso la porta ai motori di ricerca e TgIschia non userà strumenti pubblicitari online e condivisi. Ovviamente chi pensa che i suoi contenuti siano interessanti può linkarli, condividerli e diffonderli…

Vi chiedo scusa… Negli ultimi 16 mesi non ci sono stato. Quel bastardo di Golfo mi teneva prigioniero. Scusa Agata. Scusa Domenico. Scusa Enzo.

Fonte: http://www.tgischia.it/wordpress/?p=136


5 Commenti, Commenta o fai un Ping

  1. luigi caruso - Data: 1/8/2010 13:52:18 - IP: 78.13.142.xxx

    Tanti sinceri auguri a Gaetano Di Meglio, Ciro Piro e Luciano Castaldi per aver fatto nascere un nuovo polo dell’informazione ischitana con la speranza che qusto progetto possa diventare uno strumento di informazione imparziale e di lotta contro tutti i soprusi da chiunque vengano commessi, senza distizione di orientamento politico e con la possibilità di dare voce a tutti coloro che abbiano da dire qualcosa ed il cui unico intento sia il bene comune della nostra bistrattata isola.
    Ho sempre ammirato il compianto Domenico Di Meglio il quale, nonostante le sue chiare idee politiche orientate in un determinato senso politico, era comunque in grado di fare un’informazione a mio giudizio abbastanza imparziale e di attaccare qualsiasi sopruso da chiunque fosse commesso e spero che adesso Gaetano, Ciro e Luciano possano fare altrettanzo ed, anzi, ancora meglio.
    Tanti auguri di nuovo.
    Un caro saluto.

    luigi caruso.

    Current score: 0
  2. nadia penniello - Data: 1/8/2010 16:18:52 - IP: 217.203.17.xxx

    auguri e buon lavoro per questa nuova avventura, credo che non ci sia prezzo che non valga la pena di essere pagato per la propria libertà e dignità di professionista e di uomo…

    Current score: 0
  3. Ada - Data: 1/8/2010 17:17:50 - IP: 151.56.2.xxx

    Che tristezza vedere com’è finito il Golfo fondato da Domenico Di Meglio

    Current score: 0
  4. luca - Data: 1/8/2010 22:16:32 - IP: 93.88.104.xxx

    Vai Gaetano! si chiude una porta si apre un portone, e poi devi fare la tua strada, usare nuovi strumenti che sono del tuo tempo. conserva lo spirito indipendente e schietto di tu padre Domenico, e come lui o più di lui RALL N’FACC! io ci sarò.

    Current score: 0
  5. adelaide battista - Data: 2/8/2010 07:03:21 - IP: 151.56.55.xxx

    la liberta’ di azione e’ qualcosa che va difesa senza se e senza ma!

    Current score: 0
NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “La nostra Ischia continua a dire la sua!”:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||