IschiaBlog é un blog d'informazione e satira locale, un elenco dei negozi e servizi dell'Isola d'Ischia, un sistema di annunci ed un centro offerte di hotel a Ischia

Ischia Blog

Borrelli: “Gli errori del Direttore dell’AMP Regno di Nettuno”

Certe volte la realtà supera la fantasia. Dopo essermi battuto e aver ottenuto assieme ad altri amministratori l’istituzione dell’Area Marina protetta del Regno di Nettuno, mai mi sarei aspettato di essere accusato di non averla  a cuore. Un’accusa infondata, quella formulata dal direttore della riserva, Riccardo Strada, che da non napoletano non conosce la storia e le battaglie per ottenere la nascita della riserva naturale. D’altronde a Ischia il direttore ci ha messo piede solo dopo un bel contratto. Mentre io difendo e difenderò questo territorio, perché lo amo e proprio per questo trovo assurdo che per non permettere a poche marinerie puteolane di continuare a pescare ad Ischia e Procida si è giunti al punto di farsi bocciare sonoramente dal Tar. Già perché il Tribunale Amministrativo ha accolto il ricorso delle marinerie puteolane e ha ordinato che tutti possano pescare nelle zone C e D. In poche parole per andare contro pochi storici pescatori si è permesso a tutti indiscriminatamente di pescare. C’è poco da commentare. I fatti dimostrano che le scelte estremiste non pagano. Ma lezioni di ambientalismo non le accetto soprattutto da un direttore che non vuole le piccole marinerie Puteolane, ma ha permesso l’allevamento  e la mattanza di Tonni Rossi a Procida. A Procida però non erano poveri pescatori ma ricchi imprenditori.

Francesco Emilio Borrelli


3 Commenti, Commenta o fai un Ping

  1. Isolano - Data: 26/3/2009 19:09:17 - IP: 78.12.50.xxx

    Fossero solo i tonni rossi….

    Current score: 0
  2. Salvatore COSTAGLIOLA - Data: 28/3/2009 09:00:25 - IP: 79.26.7.xxx

    Nell’ultima riunione convocata dal Ministero Ambiente del 25 marzo 09
    a seguito della stessa, il dirigente che presiedeva , Dott.ssa TOMBOLINO , chiese di far pervenire una relazione di ciò che ogni Comune aveva espresso- per la verità i Comuni presente erano solo Casamicciola e, Forio ,quest’ultimo nella persona di dell’ass.re Mattera
    disse che aveva delega di altri Comuni.
    NIl Comune di Procida già ha provveduto ad inviare la sua relazione- di cui si allega. cordialmente Assessore Salvatore COSTAGLIOLA
    C O M U N E D I P R O C I D A
    Provincia di Napoli

    Prot n° 3934 Procida 27 marzo 2009
    A.R. 13547778489-2
    Anticipata via fax 06 57223468
    Ministero Ambiente e della Tutela
    del Territorio e del Mare e della
    Protezione della Natura
    Via Cristofaro Colombo n° 44
    00147 ROMA
    c.a. Egr. Dott. Aldo Cosentino

    Preg. ma Dott.ssa Tombolini

    Con la presente si sintetizza l’intervento dell’assessore Salvatore Costagliola tenuto a nome del Comune di Procida, nel corso della riunione tenutasi in data 25/03/2009 c/o il Ministero dell’Ambiente.

    1)La riunione, preannunciata in data 03/12/2008, è stata convocata per dare attuazione per quanto disposto dal Tar Campania così da evitare la paventata nomina di un Commisario ad acta.

    A tal fine erano stati da voi richiesti pareri al MIPAF e al Dott. Donati quale esperto della Segreteria Tecnica per la tutela del mare e la navigazione sostenibile.

    Dalla lettura di questi testi scaturiscono due posizioni ampiamente argomentate sul piano tecnico – giuridico e fortemente contrapposte
    Da qui nasce il problema della richiesta della corresponsabilizzazione nella decisione di noi Comuni che siamo organi politici.

    Si rileva l’assenza delle Associazioni di categoria che meglio avrebbero potuto approfondire gli aspetti Tecnico – Giuridici.

    2) Il Comune di Procida ribadisce e conferma ciò che questa Amministrazione ha sempre sostenuto con il sostegno unanime dell’intero Consiglio Comunale e cioè: La pesca al cianciolo va esplicitamente consentita nel Regolamernto di Gestione dell’area all’interno delle Zone C e D. A maggior ragione ciò è vero dopo le ordinanze del Tar Campania che richiede uno sforzo di mediazione ulteriore al fine di evitare il proseguimento di una dannosa controversia giuridica.

    3) Nel ribadire che per giungere a questa mediazione sarebbe utile coinvolgere le Associazioni di categoria le quali potrebbero pronunciarsi su ciò che anche in questa sede è stato sempre dichiarato: e cioè la disponibilità delle Imprese Procidane operanti con il cianciolo di accettare ulteriori limitazioni che inserite nel regolamento di Gestione costituirebbero un ulteriore elemento di tutela e salvaguardia ambientale.
    Si Ritiene quindi che nel Regolamento vada inserito la dicitura ” è consentita la pesca al cianciolo nelle zone C e D secondo il disposto del DPR 1639/68.”

    4) Per quanto riguarda invece la possibilità di consentire l’esercizio della Piccola Pesca Artigianale alle Marinerie Extra residenti non possiamo che ribadire , sicuro di interpretare i sentimenti dei procidani, la totale disapprovazione a questa sorta di libero accesso e libero prelievo nelle nostre acque.

    Assessore Alla “Risorsa Mare” e A.M.P.” Il Sindaco
    Salvatore Costagliola Gerarardo Matteo Lubrano Lavadera

    Current score: 0
NOTA BENE
  • I commenti ritenuti diffamatori saranno cancellati.
  • Messaggi ostili, provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, col mero obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi saranno cancellati.
  • Dopo aver inviato un commento riceverai una e-mail di verifica. Clicca sul link presente nella e-mail per verificare il tuo indirizzo altrimenti il commento non sarà pubblicato.


Ti invitiamo a rispondere a “Borrelli: “Gli errori del Direttore dell’AMP Regno di Nettuno””:



Ischia: Recensioni Hotel
Efficienza energetica ||